Risparmiare con la cartomanzia a mezzo carta di credito

tarocchiPer chi confida nella cartomanzia e sta cercando un modo per risparmiare per avere al telefono un consulto, la carta di credito è l’unico mezzo che si possa davvero consigliare. Di norma costa sempre all’incirca un 15% in meno a parità dei minuti che servono per un buon consulto chiamando gli 899.

Se non si è in possesso di una carta di credito e si vuol risparmiare con la cartomanzia, è bene prendere in considerazione il fatto di richiederne una. Per carta di credito si intende anche la comune postepay, una carta virtuale ma accettata da tutte le società che offrono questi servizi. Se invece si ha una carta di credito ma non ci si fida ad usarla, occorre prima di tutto comprendere che i rischi in tal senso sono veramente ridotti al minimo. In questo articolo ti spiego il perché.

Se i dubbi nell’usarla derivano dal fatto che ricorrentemente si sente in televisione o si legge su internet delle truffe operate a scapito dei consumatori che sono soliti pagare con carta di credito i servizi che utilizzano, la cartomanzia al telefono non rientra mai tra queste notizie. Il fatto è che, siccome non viene inserito nessun dato sensibile sul web, ma c’è un servizio di inserimento guidato utilizzando il doppino telefonico, nessun malintenzionato riuscirà mai a carpire i tuoi dati al telefono. Anche perché non vengono comunicati direttamente alla cartomante, ma vengono forniti alla società che gestisce la tua carta, che solo dopo averli verificati ed autenticati girerà la telefonata alla cartomante. Il tutto in pochissimi secondi.

Risparmiare attraverso un servizio di cartomanzia con carta di credito è per cui un dato di fatto, metodo semplice, veloce e sicuro. Basta avere una carta in corso di validità ed avere soldi sufficienti sul conto. Ti sembrerà una affermazione stupida, questa, ma non lo è. Da un’indagine condotta con i gestori, sembra che almeno il 5% delle transazioni tentate non va poi a buon fine perché non ci sono soldi sul conto. Forse che tenta ci prova lo stesso, pur sapendo di essere a secco, o forse non sa di esserlo. Fatto sta che, per chi è in regola, si può davvero risparmiare con la cartomanzia.

Il motivo è banale ma non a conoscenza di tutti. Se si mettono a confronto le tariffe, pubblicate nei vari siti di cartomanzia, degli 899 e della carta di credito, si vede subito una differenza sostanziale, anche di 50 centesimi a minuto. Questo non significa che pagando meno si ha un servizio più scadente, anzi, le cartomanti sono le stesse a rispondere, qualunque sia la forma di chiamata utilizzata. La differenza è data dal fatto che i costi sopportati dalla società che fornisce il servizio, costi imposti dalle compagnie telefoniche, sono sostanzialmente molto diversi. Chiamando i numeri a valore aggiunto, i cosiddetti 899, per altro raggiungibili prevalentemente da cellulare, perché da telefono fisso va richiesta all’operatore telefonico l’abilitazione, le varie compagnie telefoniche applicano dei costi fissi molto alti, lasciando poco margine a chi il servizio offre.

Usando la carta di credito, non si chiama più un numero a valore aggiunto, un 899, ma si chiama un normalissimo numero di rete fissa. Capisci da solo che i costi si abbattono notevolmente, e a cascata viene ridotto anche il prezzo richiesto per usufruire del servizio. Inoltre si evitano le limitazioni di poter chiamare solo da cellulare, potendo utilizzare anche il telefono fisso.

Per questo è possibile risparmiare con la carta di credito, perché non ci sono gabelle aggiuntive imposte dagli operatori di telefonia mobile. Puoi utilizzare il mezzo che preferisci, cellulare o fisso, a seconda della tua convenienza, in base cioè al contratto stilato con il tuo operatore di telefonia, quello che prevede minuti gratuiti, per chiamare un numero di rete fissa e risparmiare perché ogni minuto acquistato con carta di credito costa decisamente molto meno di quelli con 899.

Lascia una risposta